Ad un passo dal Sì Elena in una nuova intervista

Elena e Lorenzo

Nella rubrica Ti racconto il mio giorno le spose ci raccontano il loro girono o i preparativi di questo, sia a molti mesi dalle nozze che a ridosso del grande evento. Oggi è tornata da noi Elena, la dolce sposa … Continua a leggere

A dieci mesi dalle nozze Claudia ci racconta come sarà il suo matrimonio “un po’ pazzo”

Oggi abbiamo con noi una sposa alle prese con l’organizzazione del suo matrimonio. Per la sezione “Ti racconto il mio giorno” Claudia di Napoli a 10 mesi dalle nozze.

E: Benvenuta Claudia su eSse di Sposa. Raccontaci subito di e del tuo grande amore. Come è iniziata la vostra avventura?

C: Ci siamo conosciuti grazie ad alcuni amici comuni ed io ho subito capito che era la persona giusta per me. Peppe abitava a Londra, per cui la nostra storia è cominciata grazie a msn! Dopo un paio di mesi, è tornato a Napoli ed abbiamo cominciato a frequentarci. Da allora non ci siamo più persi!

E: Come è avvenuta la proposta, sei stata tu o è stato lui a fare il primo passo? E quando ti sei resa davvero conto che ti saresti sposata?

C: Ho ricevuto la proposta la notte di natale, sulle note della colonna sonora del film “Love actually”. Peppe ha esaudito ogni mio desiderio: volevo infatti che la proposta fosse accompagnata da una borsa della Disney (raffigurante Topolino e Minnie vestiti da sposi) e che l’anello fosse in una scarpa (come nel film “Sex and the city”). Aspettavo da tempo questo momento per cui ho realizzato subito quello che stava avvenendo!

E: Una sposa esigente insomma! Fino ad ora perciò tutto perfetto. Ma oggi a 10 mesi dalle nozze cosa provi? Come ti senti?  

C: Mancano 10 mesi e io non vedo l’ora!

E: Come è giusto che sia! Sei la prima sposa che racconta del suo giorno così presto perciò svelaci un po’, come procede l’organizzazione? Come vi siete suddivisi i compiti, hai una wedding planner o fate tutto da soli?

C: Abbiamo già scelto la chiesa ed il locale per la festa, le bomboniere ed il tema per gli allestimenti.  Siamo a buon punto soprattutto considerando che stiamo facendo tutto da soli ma ogni scelta la prendiamo sempre insieme!

E: Siete davvero bravi, avete già fatto molto. Ma quando avete iniziato ad organizzare? Quanto tempo è passato dalla proposta ai fatti insomma?

C: Il giorno dopo la proposta siamo andati a fissare la data in Chiesa!     

E: Gli sposi più rapidi che io abbia mai intervistato! E come sono stati questi mesi di preparativi? C sono già stati dei momenti emozionanti?

C: A questa domanda posso risponderti tra qualche mese, siamo ancora all’inizio!

E: Giusto! La rapidità della vostra organizzazione mi ha fatto dimenticare che vi mancano ancora parecchi mesi al grande giorno! Ma dicci la verità quando hai iniziato ad organizzare il tuo giorno, ti sentivi preparata?

C: Preparatissima, aspetto questo momento da anni!

E: Questo spiega tutto e devo dire che me lo aspettavo! E avendo immaginato il tuo giorno da così tanto tempo, oggi se pensi al tuo matrimonio come lo vedi? In maniera diversa da quando lo sognavi solamente?

C: No, sempre un po’pazzo come spero sarà!

E: Sono davvero curiosa! Visto che, nonostante la grande preparazione e organizzazione, sei ancora all’inizio vuoi comunque dare qualche consiglio a chi come te sta pianificando il giorno delle nozze?

C: Un consiglio alle ragazze che stanno iniziando a pensare al loro matrimonio è quello di organizzare tutto in modo da rispecchiare il proprio essere e vivere a pieno ogni momento di questa esperienza fantastica.

Hai centrato perfettamente il succo del discorso. Non dimenticate mai che questi mesi di grande stress e divertimento fanno comune parte del vostro matrimonio e li ricorderete forse ancora di più del giorno delle nozze. Perciò godeteveli al 100% e come Peppe e Claudia viveteli insieme!

Grazie Claudia per aver condiviso con noi l’inizio di questa tua avventura.

Spero di risentirti presto per scoprire tutti i pazzi dettagli del tuo grande giorno!

 

La vostra eSse

Annalisa e Francesco sposi a suon di Michael Jackson!

Annalisa e Francesco

Per la sezione “Ti racconto il mio giorno” oggi abbiamo come protagonista Annalisa che ha sposato Francesco ad agosto del 2014! E: Ciao Annalisa e benvenuta su eSse di Sposa. Partiamo subito ricordando il tuo grande giorno. E’ passato un … Continua a leggere

Social Wedding. Social Media Addicted anche il giorno delle nozze

social addicted - esse di sposa

Siete amanti dei social media e state già pensando a come resistere durante il vostro giorno senza un smartphone in mano? Tranquilli! Non dovrete assolutamente pensarci! Infatti potete optare per un matrimonio che si può definire social! Il mondo del … Continua a leggere

Intervista al Soprano Sara Pretegiani

Sara Pretegiani - essedisposa.com

Oggi abbiamo con noi a eSse di Sposa Sara Pretegiani un soprano che si è affacciato al mondo del Wedding! Ma veniamo all’intervista!   Benvenuta a eSse di Sposa Sara, per prima cosa ci racconti da dove nasce la sua … Continua a leggere

Il corteo nuziale. Diamo il via alla cerimonia!

corteo esse di sposa

Il momento forse più emozionante del matrimonio è l’ingresso della sposa. Genitori, parenti, amici, testimoni, sposo e celebrante sono lì solo per lei. Che sia la chiesa o una sala comunale poco importa perché tutti gli occhi sono per la … Continua a leggere

Cerimonie per tutti i gusti!

Il vostro matrimonio sarà fantastico in qualsiasi modo avverrà, se in chiesa, in Comune o sul fondale dell’oceano, ma per chiarirvi le idee ecco una piccola panoramica sulle possibili tipologie.

Partiamo dal matrimonio religioso. La cerimonia avverrà in chiesa o in cappelle private ed avrà appunto valenza religiosa. Dovrete contattare il parroco ed interfacciarvi con lui per vedere la disponibilità delle date e dell’orario; ricordate che non sarete sicuramente gli unici a sposarvi quel giorno perciò prendete nota di eventuali altri matrimoni per sapere entro quando dover togliere gli addobbi e liberare la chiesa. Ci sono poi alcune pratiche burocratiche nel caso in cui la chiesa non sia della parrocchia di nessuno dei due sposi a cui dovrete provvedere in tempo. Se avete richieste particolari per gli addobbi, ma in ogni caso per sicurezza è sempre bene chiederlo, dovrete sapere cosa è possibile e cosa non è possibile aggiungere o togliere per il giorno delle nozze. Altra informazione importantissima è se vi sono gli strumenti musicali e se sono a disposizione. Non da meno la questione donazioni, chiedete se ci sono cifre standard o è libera.

Nonostante ci sia una scaletta ben precisa prevista dal rito religioso, potrete attuare delle piccole modifiche per rendere vostra la cerimonia: promesse personali e letture fatte dagli invitati. Ricordate che è importante che questo momento sia vostro in ogni parte.

Parliamo ora del rito civile, che si svolge in sale consiliari o di proprietà del Comune. Guai a chi pensa che il matrimonio civile sia squallido; ricordate che potete utilizzare ogni proprietà del Comune e vi sono a disposizione castelli, ville, sale storiche, insomma posti favolosi!! Non è necessario sposarsi nel Comune di residenza perciò potete scegliere la location che più vi piace. Come per la cerimonia religiosa è importante verificare la disponibilità del giorno e dell’ora e se sia possibile sposarsi di domenica nel caso sia una vostra prerogativa. Non dimenticate di chiedere i costi dell’affitto della sala per non avere spiacevoli sorprese! Molto più che in chiesa, i tempi tra un matrimonio e l’altro sono molto ravvicinati, soprattutto se la sala è richiesta. Chiedete quanto è il tempo a vostra disposizione e organizzatevi in merito. Anche in questo caso è importante  sapere cosa si può o meno fare per avere un’idea relativa agli addobbi e alla musica; soprattutto informatevi sulla possibilità o meno di lanciare riso o petali a fine cerimonia: in alcuni comuni è possibile solo se si provvede alla pulizia immediatamente.

Anche in questo caso vi è un rito da seguire ma è possibile aggiungere parti totalmente vostre come le promesse, le letture degli invitati e altro a piacere ma bisogna concordarlo prima con chi officerà la cerimonia!

Se volete un matrimonio religioso con valenza civile ecco il matrimonio concordatario. Questo non differisce dal matrimonio religioso infatti  il rito avviene in chiesa la quale passa poi i dati al Comune ed il matrimonio vale in entrambi. Abbiamo perciò due matrimoni in uno!!

Il Blessing, oggi molto di moda, è una cerimonia simbolica senza valenza né civile né religiosa. Può essere svolta ovunque voi vogliate!! Per rendere il matrimonio ufficiale potete qualche giorno prima svolgere il rito civile e poi dedicarvi alla vostra cerimonia. Adatto alle coppie poco convenzionali che desiderano qualcosa di davvero unico e speciale per il loro giorno! A svolgere la funzione può essere un professionista oppure una persona molto vicina alla coppia!! I motivi per scegliere questa tipologia sono dei più svariati ma sicuramente il più apprezzato è la totale libertà di decidere e personalizzare la propria cerimonia dalla musica al luogo ai tempi!

A scegliere la tipologia giusta sarà il vostro gusto e le caratteristiche della coppia, l’importante è sapere quali sono le possibilità!

 La vostra eSse

 

Partecipazioni e inviti non lasciateli soli!

Avendo parlato di partecipazioni e inviti alla cerimonia non posso che approfondire tutto ciò che va a braccetto con questi!

Pensavate di aver finito dopo lunghi pomeriggi a trascrivere a mano tutti gli indirizzi e a ridurre le lunghissime liste di invitati, ma non è così. Ora bisogna scegliere tutto quel che è d’accompagnamento agli inviti e ce n’è per tutti i gusti.

Partiamo dalla cerimonia e iniziamo a distinguere quella in chiesa e quella in comune.

Se vi sposate in chiesa le partecipazioni saranno seguite dai libretti, coni o sacchetti per petali o riso e tutto quello che volete mettere a disposizione degli ospiti durante la cerimonia. Non ci sono limiti o obblighi, le regole da seguire sono solo quella di rispettare lo stile scelto e la necessità di un libretto per dare modo agli invitati di seguire le diverse fasi della cerimonia.

Se il vostro matrimonio avverrà invece in comune solo i libretti non saranno presenti, per il resto non cambia nulla!!

Detto questo al via con la creatività: wedding bag, sacchetti decorati, va bene tutto! In estate molte le coppie che scelgono di omaggiare i loro ospiti con ventagli. Questi possono essere decorati con la data del matrimonio o il nome degli sposi in modo da essere anche un ricordo della giornata. La wedding bag può contenere, oltre al già menzionato ventaglio, anche fazzoletti, caramelle e riso o petali pronti per il lancio. Ma per questi ed altri spunti rimandiamo ad un altro post!!

Insomma sta a voi scegliere, le idee sono tante e sono sicura che vi divertirete a creare e decidere insieme.

Passiamo ora al momento ricevimento, dovrete procurarvi, in linea con il tema del matrimonio, anche il tableau de mariage in modo da mostrare agli invitati la disposizione dei posti e tavoli. Questo se il matrimonio prevede la seduta, ovviamente non è previsto se avete scelto la modalità buffet. Su ogni tavolo andrà poi applicato il nome scelto e il segnaposto per ogni ospite. Ultimo, ma non meno importante, il menu. Prevedete almeno un menu ogni due commensali in modo che possano leggerlo tranquillamente.

E’ importante che tutti questi elementi siano omogenei e armoniosi tra loro perché avranno un impatto molto evidente nella sala, saranno delle vere e proprie decorazioni anche loro.

Infine una volta conclusasi la giornata, anche se non obbligatorio, potete inviare dei cartoncini personalizzati con una frase, una parola, un’immagine per ringraziare i vostri ospiti per la loro presenza. Un gesto gentile che farà sicuramente piacere ai vostri invitati.

La vostra eSse