Il perfetto outfit della suocera: qualche consiglio

Outfit suocera - foto via zankyou.it

Si parla sempre della protagonista per eccellenza, ma diciamocela tutta anche la mamma dello sposo (come quella della sposa) non passa di certo inosservata, anzi per alcuni versi è forse ancor di più al centro dell’attenzione. Non importa l’età, ogni … Continua a leggere

Mise en place: Come deve essere apparecchiata la tavola il giorno del matrimonio?

mise en place esse di sposa

Nella maggior parte delle cerimonie si passa molto tempo seduti a tavola a mangiare! La seduta dovrà per questo riportare lo stile e le decorazioni principali del vostro giorno! Spesso però nella foga di rendere bellissimo ogni posto a sedere … Continua a leggere

Il Galateo degli invitati

In tema di matrimoni si parla sempre della sposa, qualche volta (molto raramente) dello sposo. Ma gli invitati? Anche loro in queste occasioni devono seguire il galateo ma spesso se lo dimenticano!!

Per quanto riguarda gli invitati di sesso maschile per loro il galateo prevede un abito classico scuro, in blu o grigio, con camicia bianca o azzurra ed una cravatta in tinta unita. Le scarpe dovranno essere del modello classico, nere con stringhe e con calze abbinate in grigio o blu scuro.
Se per gli uomini le regole sono poche e facilmente rispettabili, non è così per la parte femminile degli invitati.

Assolutamente da evitare, anzi bandite, tutte le scollature esagerate, gli spacchi, le minigonne, i pantaloni e le paillette!! Vietati il nero ed il bianco se unici nell’abito ma vanno bene se mischiati ad altri colori. Attenzione però se la sposa sceglie un abito colorato. Informatevi bene per evitare di vestirvi della stessa tinta!

Le calze vanno sempre indossate, anche in piena estate. Non preoccupatevi ci sono tipologie adatte ad ogni stagione!!

 

A questo punto care invitate, dopo avervi detto quello che dovete assolutamente evitare, non posso che consigliarvi  di indossare un abito al ginocchio che si adatti ovviamente al vostro fisico sia nel taglio che nel colore! Ricordate che è un giorno felice, sbizzarritevi con i colori ed evitate tutte le tinte tristi e spente ed il rosso! Le scarpe vanno bene con un tacco ma non esagerate anche per quanto riguarda la loro particolarità, eleganti ma raffinate. Per le amanti dei pantaloni, questi sarebbero da evitare ma se proprio non potete farne  a meno ricordate che sono vietati i jeans ma potete optare per un pantalone classico da rendere femminile con camicette e accessori.

Se il ricevimento avviene in serata optate per un abito lungo sia alla caviglia che al polpaccio anche se molti sostengono che, anche di sera,  bisogna optare per un abito da cocktail. In questo caso vanno bene anche tonalità più scure. Ricordate però che in queste circostanze i colori non guastano mai e di sera potete optare per colori forti e decisi che risalteranno ancora di più.

Se siete testimoni, mamme degli sposi o sorelle e damigelle ricordatevi che sarete molto visibili e comunque al centro dell’attenzione poiché vicine alla sposa.

La damigella farà bene a concordare con la sposa l’abito e magari a sceglierlo insieme. La testimone a sceglierlo accordandosi con eventuali altri testimoni per evitare cloni o colori contrastanti.

Ricordate comunque che non dovrete mai oscurare la bellezza della sposa ma esserle da corredo perfetto e risaltarla!

 

La vostra eSse

Le regole del galateo: le partecipazioni e gli inviti

Finalmente la data è decisa, la location è confermata ed ora  bisogna avvisare tutti gli invitati!

E’ sicuramente una gioia ma anche un grande impegno da non sottovalutare: le regole del galateo per quanto riguarda l’invito alle nozze sono importanti, non bisogna dimenticare nessun invitato e fare tutto nel modo giusto.

Salvo scelte tematiche particolari, che volete richiamare anche nelle partecipazioni, le opzioni vincenti sono eleganza e semplicità. Il testo deve essere facilmente leggibile e chiaro, sono bandite scelte fuori luogo e di cattivo gusto. Va bene personalizzarla ma senza esagerare: riempirla di vostre foto il più delle volte rende solo la lettura difficile e poco comprensibile.

La regola prevede di inserire i nomi dei genitori dello sposo a destra mentre a sinistra quelli della sposa seguiti dalla frase “annunciano il matrimonio” e i nomi dei rispettivi figli accompagnati al centro da luogo, data e orario della cerimonia e ai lati dagli indirizzi rispettivi.

Se nell’invito alla cerimonia si scrive prima il nome dello sposo, sull’invito al ricevimento va prima quello della sposa. Nella partecipazione non è necessario confermare la presenza, cosa invece importante per il ricevimento ed è per questo motivo che risulta indispensabile, sotto i nomi degli sposi e l’indirizzo della location scelta, la sigla R.S.V.P. che sta ad indicare Répondez s’il vous plaît a cui deve seguire il contatto che utilizzate per raccogliere le conferme di presenza. Non va assolutamente inserita alcuna informazione relativa alla lista nozze quanto meno l’IBAN del vostro conto: l’invitato deve sentirsi libero di scegliere come e dove acquistare il regalo di nozze.

Se la coppia sceglie di seguire la tradizione, ed il ricevimento è organizzato dai genitori della sposa, a loro totale carico, ad invitare gli ospiti saranno loro e non gli sposi.

Per quanto riguarda l’invio, gli invitati vengono citati senza avverbi o aggettivi salvo nel caso di gradi militari per cui è obbligatorio menzionarli. L’indirizzo sulla busta va scritto a mano in una calligrafia chiara e semplice e la spedizione va fatta almeno un mese prima, meglio due, tenendo conto che se vi sposate in estate oppure avete invitati che risiedono all’estero dovete considerare di iniziare a inviarle almeno tre mesi prima. Dovete infatti dare modo agli ospiti di ricevere l’invito per tempo ed organizzarsi per l’evento.

Il vostro matrimonio è interamente modellabile e personalizzabile in base alle vostre esigenze ma vi sono alcune  le regole del galateo che vanno rispettate poiché sinonimo di educazione e rispetto. Non inviate le partecipazioni tramite mail o simpatici messaggi di testo e annunciate le nozze  a voce solo nel caso in cui le situazioni familiari siano complesse e difficili.

La vostra eSse

Alcune informazioni tratte da Si fa non si fa. Le regole del galateo 2.0 di Barbara Ronchi della Rocca